A.C.& E. – Leader in safety of machinery

Le norme ISO, EN, ANSI, UL, CSA, AS/NZ, RT UD, SASO, cerchiamo di fare un po’ di luce….

In un mondo dove nella teoria si dovrebbe tendere ad una armonizzazione delle normative dal punto di vista tecnico e giuridico per facilitare lo scambio di beni, assistiamo invece ad una realtà fatta di ostacoli, barriere e muri che portano i fabbricanti a doversi districare tra i diversi standard dettati dai Paesi verso i quali si intende esportare i propri macchinari.

2

Per quanto questi stessi ostacoli costituiscano dei vincoli oggettivi, non devono di per sé rappresentare un freno alla visione di mercato dei produttori, bensì costituire un fattore qualificante per gli operatori più attenti e consapevoli, nonché rappresentare l’opportunità di diversificare la propria presenza nei mercati internazionali in un contesto globale che offre nuove e variegate opportunità.

La conoscenza di leggi, norme, procedure ispettive e sistemi di sorveglianza in vigore nei singoli mercati di destinazione si pone come un fattore critico di successo per chi voglia ampliare la propria presenza commerciale a livello internazionale.

In particolare, per quanto riguarda macchinari industriali e quadri elettrici, si possono individuare tre macro-gruppi corrispondenti ad altrettante modalità di verifica della conformità degli stessi:

uno

• Rilascio di un Dichiarazione di Conformità da parte del fabbricante, talora anche inesattamente definita come autocertificazione (ad es. applicabile alla Direttiva Macchine 2006/42/CE, Bassa Tensione 2004/35/UE), con eventuale indagine o verifica da parte delle autorità preposte alla sorveglianza del mercato o alla sicurezza dei luoghi di lavoro;

• Attestazione della conformità mediante ispezioni prima della messa in servizio (Nord America, America Latina, Australia) e successiva ispezione, in ogni modo, in caso di incidente;

• Attestazione della conformità prima dell’ingresso del prodotto nel territorio (Mercati Eurasiatici, Russia, Cina, Arabia Saudita, etc.).

A.C.& E.: un supporto concreto e qualificato

AC&E nasce nel 2000, forte di una consolidata esperienza risalente già al 1990 nel campo della sicurezza dei macchinari industriali da parte dell’Ing. Gino Zampieri, seguito poi da Matteo Marconi.
L’azienda, che ha la propria sede a Verona, è oggi un laboratorio accreditato ILAC a livello internazionale in grado di attuare le necessarie procedure di esportazione, conformità e certificazione per prodotti quali:
• quadri elettrici;
• macchine;
• impianti industriali.

3

Una solida esperienza tecnico-legale accumulata in anni di attività e la collaborazione con numerose e primarie aziende fanno di A.C.& E. un partner di riferimento per chi abbia necessità di ottenere un supporto concreto e qualificato.

Gli ormai oltre 25 anni di esperienza e attività sono stati contrassegnati dal raggiungimento di tappe importanti che hanno permesso di consolidare e ampliare i servizi offerti, i quali attualmente includono formazione, consulenza tecnica, consulenza legale e attività di test e certificazione.

Le pietre miliari dell’azienda includono i seguenti traguardi:

•  2002 -2007: A.C.& E. è stata UL Agency AG 345.

•  2010: un accordo con Siemens Italia fa di A.C.& E. un riferimento per la consulenza nel campo “Safety of Machinery”, reliability e formazione in campo normativo.

•  2013: ottenimento della certificazione del sistema di gestione qualità UNI EN ISO 9001:2008 (No 1.315.929) e l’accreditamento come RTL (Recognized Testing Laboratory – Laboratorio di prova riconosciuto – No 2013-RTL-L3-22), rilasciato da Intertek per il Nord America.

•  2014:
– A.C.& E. diventa un Laboratorio riconosciuto da QPS per le field evaluation e certificazioni per quadri elettrici, sia per il mercato canadese, sia per quello statunitense;
– Avvio delle attività di supporto a fabbricanti di macchine industriali che esportano in Brasile, con la conseguente necessità di stabilire una presenza diretta sul territorio – la sede operativa di A.C.& E. do Brasil viene stabilita a San Paolo nel 2016;
– Nasce A.C.& E – RU con sede a Mosca, grazie alla quale è possibile fornire il servizio di Rappresentante del Produttore all’interno dell’Unione Doganale e di rilasciare e registrare Dichiarazioni di Conformità e Certificati EAC.

•  2016: viene stabilita A.C.& E. Iberia con sede a Madrid.

• 2017: A.C.& E. ha raggiunto due tappe fondamentali nella propria crescita diventando Laboratorio ACCREDIA 1633 per l’esecuzione di test sulle macchine industriali ed ILAC internazionale. La divisione Nord America diventa Advanced Testing and Laboratory.

A.C.& E.: una presenza internazionale

AC&E Nord America
I maggiori costruttori di macchine, impianti ed equipaggiamenti elettrici – sia nazionali sia europei – si avvalgono da anni del supporto tecnico di A.C.& E. nella fase di progettazione e certificazione cETLus di prodotti destinati ai mercati nordamericani, ed in particolare secondo gli standard UL e CSA UL 508A, NFPA 79, CSA 22.2 No 14, CSA 22.2 No 286, PHSR, Spe-1000, etc.
Il riconoscimento RTL (Recognized Test Laboratory) permette ad A.C.& E. di rilasciare rapporti di conformità anche per i cosiddetti componenti “unlisted”, facenti parte dell’assieme macchina.
I mercati nordamericano richiedono, inoltre, di porre ulteriore attenzione alle differenti modalità di recepimento dei codici normativi ed alle interpretazioni degli stessi, e la difficoltà nel definire l’armonizzazione degli standard fa sì che attualmente ne esistano 15 nei territori nordamericani. La certificazione a marchio CE è espressamente non riconosciuta nel territorio canadese.

ACE Do Brasil
La sede brasiliana rappresenta la chiave di accesso a questo mercato, non solo per i fabbricanti di macchine e venditori stranieri, ma anche per le imprese brasiliane che producono macchinari, e/o che devono adeguare il loro parco macchine alle Normas Regulamentadoras brasiliane (NR10, NR12, NR17, etc.)
A.C.& E. mette a disposizione delle imprese le proprie conoscenze tecnico-giuridiche per sviluppare le soluzioni di sicurezza dei macchinari già in fase di progettazione, fino al rilascio dell’A.R.T.
Le attività vengono svolte anche grazie ad ingegneri brasiliani iscritti al CREA.

OOO ACE-RU

tabellaACE-RU può svolgere le funzioni di Mandatario per i fabbricanti che intendono commercializzare i propri prodotti nel territorio dell’Unione Doganale (i cui stati membri sono: Russia, Bielorussia, Kazakhistan, Armenia e Kyrgyzstan).
ACE-RU eroga servizi di consulenza secondo i requisiti previsti dai Regolamenti Tecnici dell’Unione Doganale e fornisce il supporto necessario alle aziende nelle procedure di immissione dei prodotti nei territori dell’Unione Doganale.

In particolare, A.C.& E.-RU risponde all’esigenza dei produttori stranieri di avere un proprio Rappresentante sul territorio dell’Unione Doganale, secondo quanto richiesto dal Regolamento Tecnico, in grado di supportare l’azienda nelle fasi volte al rilascio e alla registrazione delle Dichiarazioni di Conformità EAC e dei Certificati EAC garantendo, nel contempo, la massima tutela e riservatezza dei dati aziendali.

AC&E LABORATORY

In qualità di laboratorio certificato ISO 17025, A.C.& E. può svolgere attività di testing riconosciute come propedeutiche all’ottenimento di quanto segue:
• certificazioni per alcuni paesi mediorientali e africani (Arabia Saudita, Kenya, Nigeria, ed altri);
• sdoganamento dei prodotti nel mercato turco;
• messa in servizio in alcuni paesi dell’Unione Europea, dove sono sempre più richiesti test di campo obbligatori prima dell’avviamento dell’impianto (ad es. in Germania).

rtl

I riconoscimenti ottenuti da A.C.& E. Laboratory sono:
• ACCREDIA (certificato 1633) – ente di certificazione italiano;
• Intertek, come Recognized Test Laboratory (No 2013-RTL-L3-22)

Tali riconoscimenti permettono di svolgere numerose tipologie di test in conformità alle differenti normative applicabili nei paesi di installazione dei macchinari, riconoscendone gli aspetti normativi e le validazioni in materia di sicurezza.

In base al riconoscimento di ACCREDIA, A.C.& E. può testare e validare la conformità alle seguenti normative:

Per il Nord America:
• NFPA 79:2015, NFPA 79:2012, NFPA 79:2007 ¶ 18.2: Continuity of the Equipment Grounding Circuit;
• CSA C22.2 No 14-13 ¶ 6.8: Dielectric Strength;
• CSA C22.2 No 286-15 ¶ E.1: Dielectric Strength Test;
• CSA 22.2 No 301-16 ¶ 19.4: Dielectric Strength Test

Per l’Unione Europea:
• CEI EN 61439-1:2012 ¶ 10.9.2;
• CEI EN 60204-1:2006 IEC 60204-1:2016 ¶ 18.2.2;
• CEI EN 60204-1:2006 IEC 60204-1:2016 ¶ 18.2.3;
• IEC TS 60204-34:2016 ¶ 18.1 b: Part 34.

AC&E ACADEMY

17Grazie alla certificazione UNI EN ISO 9001:2008 (No 1.315.929), “Sistemi di gestione per la qualità – Requisiti”, A.C:& E. organizza corsi di formazione tecnici e seminari sulle seguenti tematiche:
• Unione Europea: gli argomenti trattati coprono le tematiche riguardanti gli aggiornamenti legislativi e normativi e le applicazioni pratiche legate alla Direttiva 2006/42/CE, Direttiva Bassa Tensione, Direttiva EMC, Direttiva Atex, Direttiva PED, UNI EN ISO 13849-1, UNI EN ISO 13849-2; CEI EN 60204-1; ISO 12100, ISO/TR 14121-2., tec.
• Worldwide: gli argomenti trattano tutte le tematiche riguardanti gli aggiornamenti legislativi e normativi dei paesi extra-Unione Europea: Nord America, Russia, Brasile, Arabia Saudita, Nigeria, Cina, Australia.
• Nord America (ripetuto).
• Tecnico-legali: gli argomenti trattati coprono tutte le tematiche riguardanti la Direttiva Macchine 2006/42/CE e la sicurezza dei luoghi di lavoro disciplinata dal D.Lgs. 81/2008.

… E PROSSIMAMENTE: SAFETY 4.0
15
A.C.& E. è finalmente riuscita a risolvere l’ambiguità riguardante il concetto di guasto pericoloso, fino ad oggi definito come “rischio” e descritto attraverso il Performance Level.
IIoT è uno strumento predittivo (e non prognostico) per il calcolo del rischio di malfunzionamento di un componente o di un sistema che utilizza i valori delle grandezze analogiche e digitali disponibili nei sistemi d’automazione di Siemens. L’elaborazione dei dati si basa su algoritmi di calcolo affidabilistico sviluppati da A.C.& E. in collaborazione con la stessa Siemens.
 
 

16

Il sistema coniuga la raccolta di dati di campo quali correnti, carichi, stress e durata dei fenomeni con tecniche di analisi probabilistica e matematica dei sistemi, distinguendo tra le varie modalità di guasto tipiche dei componenti (funzioni esponenziali o di Weibull). Nel sistema viene quindi settato il limite di affidabilità ritenuto accettabile da parte del Manager per la Sicurezza. L’utente può in qualsiasi momento interrogare, in tempo reale, il proprio apparato, anche attraverso uno smartphone. Nel caso venisse oltrepassato il limite di affidabilità impostato, l’utente verrà avvisato tempestivamente. Il fine di questa attività si tradurrà nella possibilità di organizzare manutenzioni preventive, evitando guasti pericolosi.

A.C.& E. si pone in questo modo come un’organizzazione proiettata verso il consolidamento del proprio patrimonio di conoscenza ed esperienza, e verso una continua ricerca per fornire servizi affidabili e allineati con i tempi alla propria clientela.

Contact form


Please tick to consent to your data being stored in line with the GDPR guidelines set out in our privacy policy.