Pedrollo – Passione, solidarietà, innovazione, Made in Italy

La sfida tecnologica è in corso da tempo: Industria 4.0 porterà grandi novità nei modelli organizzativi e produttivi, trasformando il modo di fare impresa. Una metamorfosi che alla Pedrollo, da oltre 40 anni azienda di riferimento nel settore delle elettropompe e tra i principali gruppi metalmeccanici del Nordest, è già una realtà. Tutto ciò che oggi è presente in azienda (persone, macchine, strutture e reparti), per quanto già progredito e tecnologicamente avanzato, sarà presto in grado di interagire direttamente e interconnettersi, migliorando prestazioni e risultati.

In Pedrollo l’orientamento all’innovazione è una costante. Fondata nel 1974 dall’ing. Silvano Pedrollo, presidente della società (oggi affiancato nel ruolo di amministratori delegati dai figli Giulio e Alessandra), risponde a una vocazione globale ma crede nel Made in Italy e nelle energie del territorio: per questo mantiene la progettazione e la produzione interamente in Italia, nella sede di San Bonifacio, presso Verona, dove ha mosso i suoi primi passi.

2L’azienda è in crescita costante, come confermano i dati principali: esporta circa il 90% della produzione in 160 Paesi, anche attraverso sette filiali dirette presenti nel mondo. Nel 2016 il fatturato aveva superato 170 milioni (+7,3%) con più di 460 dipendenti; il fatturato complessivo delle cinque aziende che fanno capo al gruppo ha raggiunto i 230 milioni, sfiorando i 900 dipendenti. La Pedrollo ha oltre 2000 clienti, di cui 450 all’estero. Investe una rilevante quota del fatturato, destinandola alla ricerca e all’innovazione: una scelta che sostiene la crescita rispetto alla forte concorrenza internazionale.

3Ogni anno dagli stabilimenti Pedrollo (dotati di impianti ad alta automazione e corredati di un accurato sistema di controlli e collaudi) escono 2,5 milioni di elettropompe suddivise tra sommerse, sommergibili e di superficie, per usi domestici, agricoli e industriali, che adottano originali soluzioni progettuali in campo meccanico, nell’elettronica e in un design tutto italiano.

Grazie all’innovazione (un patrimonio intellettuale di tecnologia e creatività oggi tutelato da centinaia di brevetti), la Pedrollo è orgogliosa di sottolineare che fin dalla fondazione non c’è mai stato un licenziamento, a dimostrazione che investire in efficienza e sviluppo è la migliore strategia per rendere le imprese concorrenziali, solide e sostenibili.

Ma torniamo all’affascinante sfida rappresentata da Industria 4.0, chiamata anche Internet delle cose. Da un capo all’altro dell’azienda viaggeranno dati, informazioni, istruzioni per innovare e produrre meglio, più rapidamente, con più qualità ed efficienza. Un salto di qualità tecnologico e culturale che vedrà l’azienda sempre più diretta verso un futuro da protagonista del settore.

5 In Pedrollo già ora Industria 4.0 è parte della quotidianità lavorativa, e questo processo proseguirà nei prossimi mesi e anni verso un traguardo concreto: la produzione interconnessa. L’azienda sarà un organismo che già a partire dagli uffici si baserà sull’automazione: gli ordini arriveranno sempre più via web, su smartphone e in mobilità, attivando lavorazioni e spedizioni immediate. Le informazioni saranno aggiornate e verificate con indicatori di performance.

Sarà un sistema intelligente, in grado di trasferire alla produzione le decisioni strategiche: quali operazioni avviare, quando e in quale reparto, ottimizzando i flussi per generare competitività nel lancio e nelle innovazioni del prodotto, con una qualità in netta crescita. Opportunità nuove anche per il lavoro e la formazione con compiti inediti per professionalità flessibili e aggiornate.

In Pedrollo l’innovazione si lega anche alla responsabilità sociale. Ingredienti del successo sono il cuore e la mente: tecnica e qualità non bastano, senza un solido riferimento ai valori etici, al rispetto per le persone e ai bisogni della società e dei popoli, sempre in un quadro di sviluppo e solidarietà.

Contact form


Please tick to consent to your data being stored in line with the GDPR guidelines set out in our privacy policy.